Commenti Liberi

Lascia il tuo commento!!
GuestReads
10/12/19, 12:36
boy sucks big black cock gay friends sex free erotic asian porn black pussy pie gay sex movies watch online teen sex story movies xxx horny videos http blackpussy leabian pprn xxxmovies
GuestReads
10/12/19, 12:01
cute ebony porn tube whats a big dick hot college girls sex pics hot black lesbians grinding beautiful moms sex porn storyline movies young black vaginas extreme tube gay extreme black lesbian porn purnhube
GuestReads
10/12/19, 11:28
black shemale porn videos channing tatum porno passionate teen porn extreme choking porn large squirting pussy young cartoon sex video www com xxx vidoes naked girls sex pics squirting fucking free hot lesbian porn pictures
Jerrylourn
10/12/19, 11:12
rosa salazar nude - blowjob scenes, Alexandra Daddario naked
GuestReads
10/12/19, 10:54
massag sex vidio classic italian porn movies blonde porn teen young sexy latina girl porn jada fire is squirt woman 3 mature women pissing porn sucking big fat black cock stitches by orgy pussy photps best blowjob girl
puksurnktu
10/12/19, 10:51
Although as the flares of the two five oozy finals in the U online kamagra
GuestReads
10/12/19, 10:22
slow sensual blowjobs cockold sex lesbian shower porn video girl squirts cum young asian orgy ebony teens pornhub teen girl dancing nude huge clit squirt black cock sex tube jada stevens anal sex
MarionPHILE
10/12/19, 10:06
adrenaline l2 - lineage adrenaline scripts, adrenaline plugins
GuestReads
10/12/19, 09:50
pig anal sex pussy ass teen pics free porn movie hot mom tit sucking lesbian sex horney lesbians licking pussy tight pussy fuck teen free porn jobs hot big cock porn best free lesbian fucked up xxx videos
GuestReads
10/12/19, 09:18
men lick pussy porn young black hood pussy massive squirting orgasm download cartoon sex porn asian cougar sex sex with japanese sex dolls my first big cock com polish teen sex hairy teen pussy panties how to get a blowjob from girlfriend
GuestReads
10/12/19, 08:45
best lesbian porn xxx my gay porn com gay cartoon sex clips latina big booty porno ebony pussy fuck gallery naked teen sex images amature black sex tube gay gay gay porn free mom having sex with son nude male model pics
GuestReads
10/12/19, 08:14
xxx big black booty porn filmes gratis porn alektra blue lesbian porn big black cock vids free porno trailer www blackcock big black dicks tubes enormous white dicks asian shemale porn gallery long term effects of anal sex
GuestReads
10/12/19, 07:41
largest anal creampie abduction sex videos gay moments in straight porn japanese hentai sex games hot black lesbians fuck xxx sexy video movis wild lesbian porn big cock adoration sex blacks com black big pennis
gohdzkcjdh
10/12/19, 07:18
Pathogens of anticoagulantsbloo d illuminates that generic viagra in support of sale in usa sildenafil 100mg
GuestReads
10/12/19, 07:07
best dick suckin after having anal sex alina li big cock nalgonas porno naked black vaginas xxx gay sex gay latin gay sex tumblr office girls lesbian sex balck pussy com lesbian granny sex

Settima Giornata Campionato 2012/2013

29 ottobre 2012
Storico Partite
Villarbasse vs Fc Atletico Antonelli 1:1
 
Sambero 8 - Stropparo 6 - Laera D. 6,5 - Andriani 6 - Laudando 6,5 - Cucchiara 6,5 - Castrignano 6 - Laera A. 6,5 (30'st Macaluso 5) - Candrilli 6 - Rodina 7,5 (25'st Repaci 5,5) - Napoli 7. A disposizione Longo, Rossi, Arcuri, Gorizia, Morano. Arbitro 2.
Sulle spalle si ha il peso di due importanti sconfitte. Ma la voglia di fare bene non manca. Certo un punto guadagnato può essere un piccolo passo in avanti, ma la strada è ancora lunga. Certamente non ci demoralizziamo e ricaveremo tutto il positivo dal pareggio contro il Villarbasse. L'inizio partita è subito offensivo. Difatti dopo appena due minuti sono già due le occasioni in attacco, ma nulla di fatto. Ma dall'azione successiva fino al 15' circa i padroni di casa impongono il loro gioco e non concedono grandi spazi e contestualmente non riusciamo a guadagnarceli per costruire il nostro gioco. La migliore azione avversaria che merita evidenza è al 9' in occasione di un affondo dalla sinistra e dopo uno scambio "a due" un avversario prova gran tiro da fuori area e Sambero salva egregiamente e comincia a scaldare i guanti. Intorno al 20' la partita trova un maggiore equilibrio tra le due formazioni e sono gli avversari ad avere le migliori opportunità. Al 22' l'attacco del Villarbasse, da netta posizione di fuorigioco, si invola verso la porta e l'unico giocatore che ha sempre mantenuto il pallone tra i piedi giunto al limite dell'area prova con foga il tiro ma Sambero gli chiude lo specchio della porta e nell'uscita gli blocca il pallone. Il primo tempo resiste a reti inviolate nonostante non manchino occasioni per entrambi gli schieramenti. L'inizio del secondo tempo è ricco di nostri attacchi. Al 5' ci si ritrova in sei giocatori al limite dell'area avversaria: dalla destra Cucchiara serve in mezzo un assist interessante, Laera Alessandro preferisce non calciare ma concedere con un "velo" l'opportunità a Castrignano che però calcia male e il pallone si proietta sopra la traversa. Tre minuti più tardi e una azione simile a quella precedente, ma dal lato sinistro, vede protagonisti Laera Daniele che dopo una progressione sulla fascia serve Rodina situato al limite dell'area; quest'ultimo aggancia il pallone e dopo una leggera coordinazione guarda la porta e tira eccellentemente sotto l'incrocio del secondo palo, goal!  
Il Villarbasse non accetta sconfitta e tenta in più momenti a forare la nostra difesa sempre attenta a non concedere spazi. Ma al 27' arriva la loro rete che vale il pareggio e riporta tutti a dover sperare ancora per una potenziale vittoria. Non passa neppure un minuto e sono gli avversari a sfiorare il raddoppio, ma Sambero sembra proprio lucido e in forma. Perché è sempre lui nei minuti che seguono ad impedire il goal al Villarbasse. Con i pugni, in uscita dall'area colpendo il pallone con i piedi, respingendo il pallone sopra la traversa. E' lui il vero protagonista della giornata ed è lui oggi, restando in tema autunnale, a togliere le castagne dal fuoco. Negli ultimi quindici minuti le due squadre si allungano molto, cercano entrambe di raggiungere la porta avversaria per segnare. Ma per fortuna loro non trovano il goal e, purtroppo, neppure noi. Probabilmente il pareggio è il risultato migliore e più equo. Pur il risultato e la gara sono stati per l'ennesima volta falsati da un arbitro incompetente ed inadatto a dirigere una partita di calcio. Errori commessi per entrambe le formazioni a discapito del divertimento e dell'agonismo.
Il Campionato è ancora lungo e noi sapremo ritrovare presto i tre, tanto desiderati, punti. Tutti insieme dobbiamo ancora dire la nostra.
Il Pres

Quinta di Campionato 2012/2013

22 ottobre 2012
Storico Partite

Fc Atletico Antonelli vs San Francesco Venaria 0:4

Sambero 5, Napoli 5, Laera D. 4,5 (15’st Repaci 4), Andriani 4,5, Laudando 4,5, Rossi 4,5 (1’st Gorizia 5), Laera A. 5, Cucchiara 5, Candrilli 5, Castrignano 5, Macaluso 4 (5’st Morano 4). A disposizione Rodina, Baou. Arbitro 3.

Un derby è sempre diverso dalle altre partite. Oltre ai tre punti sempre comodi e importanti, vincere contro il San Francesco sarebbe stato importante per il morale, per la classifica e per tanti altri fattori di rilievo. Invece, seconda pesante sconfitta in appena otto giorni. Come otto sono i goal subiti e soprattuto 0 (zero) i goal fatti. Certamente qualcosa non funziona o forse più di qualcosa. Ciò nonostante continuo a sostenere, fino a prova contraria, che la Rosa Giocatori sia all’altezza della Categoria. Individualmente ci sono qualità indiscutibili, ma probabilmente manca molto nel gioco. Si dialoga poco, e male, con la palla e principalmente ritengo noioso e negativo il continuo gioco aereo del pallone. Nella fase di possesso per la maggiore il pallone non è a terra. Infiniti sono gli episodi in cui perdiamo la palla a centrocampo favorendo agli avversari ripartenze pericolose. Diversamente dalle nostre abitudini generali anche la difesa non ha saputo fermare l’attacco del San Francesco comunque forte e difficile da tenere a bada. Anche se i numeri parlano da soli, anche l’attacco mostra importanti lacune da comprendere e cercare quanto prima un cambiamento. Non principalmente nei giocatori ma nel loro modo di giocare, evidentemente. In quanto, tengo a ribadirlo, penso che ogni tesserato abbia grandi qualità tecniche oggettive. Forse, però, manca molto anche sotto l’aspetto della grinta e dell’agonismo. Tutti troppo poco energici e determinati nei confronti degli avversari sempre, invece, attenti a non risparmiarci nulla.

Detto quanto sopra, si è potuto altresì constatare che fino al 35’/40’ la gara è stata equilibrata e ricca di episodi per entrambe le formazioni. Al 10’ sono già due i pericoli che subiamo, da cui per fortuna non arriva il goal. Al 14’ la nostra prima vera occasione con Candrilli che cerca la profondità e servito da un compagno tenta il pallonetto per beffare il portiere in uscita, ma il pallone schizza ben sopra la traversa. Con il passare dei minuti entrambi gli schieramenti in campo tentano di attaccare ma sono gli ospiti ad avere le maggiori e migliori opportunità. Al 30’ Napoli viene atterrato con un brutto fallo mentre cerca l’affondo sulla sua fascia sinistra e l’Arbitro sanziona l’avversario soltanto con una ammonizione. Il calcio di punizione è battuto da Castrignano che serve in area un pallone interessante, ma nessun compagno cerca quantomeno di raggiungerlo. Al 43’ la prima rete del San Francesco con il loro “nominato” n.9 che beffa difesa e portiere pur da posizione molto defilata. Appena tre minuti dopo l’inizio del secondo tempo e lo stesso attaccante che ha segnato il primo goal, segna nuovamente mostrando che da solo può rappresentare l’intero loro reparto offensivo. Cinque minuti più tardi sempre lui lanciato da un compagno aggancia il pallone e si invola verso la nostra porta inseguito da Laudando che però non riesce a raggiungerlo e solo grazie alla pronta e precisa uscita di Sambero non segna la terza rete. Purtroppo non c’è nostro gioco. Rispetto al primo tempo abbiamo notevolmente abbassato il livello di personalità e si sbaglia anche il semplice. Dal 5’ della ripresa con l’inserimento di Morano si passa alla difesa a tre per cercare maggiore offensività. Ma non riusciamo ugualmente ad essere pericolosi. Al 10’ Gorizia, entrato dal 1‘st per Rossi, tenta da fuori area, ma non trova neppure lo specchio della porta. Al 14’ arriva la terza rete del San Francesco ormai sicuro di avere la partita in mano e vittoria garantita. Non bisognerebbe mollare mai fino alla fine ma a volte anche un pizzico di realismo risuona nelle menti. Al 15’ entra anche Repaci per Laera D. ma l’attacco a tre punte non produce praticamente nulla di preoccupante per la difesa avversaria considerato che anche le poche occasioni non vengono mai ottimizzate davanti alla porta. Oltre agli attaccanti anche il centrocampo non è mai temibile, basta ricordare che il portiere avversario non ha fatto una parata fino al 37’ con Castrignano che tenta un tiro da fuori area, ma è cosa facile per l’estremo difensore. Al 42’ un consueto Arbitro inadeguato concede calcio di punizione per gli avversari, ma all’esecuzione Sambero c’è. Il San Francesco nonostante il risultato pieno continua serenamente ad attaccare e perforare in più chance la nostra difesa inerme e al 45’ realizzano il quarto goal che vale una deludente sconfitta. Così, ahimè non va.

Il Pres

Quarta di Campionato 2012/2013

15 ottobre 2012
Storico Partite
 Mappanese us Fc Atletico Antonelli 4:0
 
Sambero 5 - Stropparo 4,5 (5'st Laera 5,5) - Rossi 4,5 (5'st Lai 5) - Cucchiara 5,5 - Laudando 5,5 - Gorizia 5 - Castrignano 5 - Guadagno 4,5 - Morano 4,5 - Rodina 4,5 (10'st Repaci 4,5) - Napoli 5. A disposizione Longo, Andriani, Macaluso, Baou. Arbitro 4.

Ogni risultato merita analisi e riflessione. E ad ognuno per quello che gli compete. Da ogni risultato, soprattutto le sconfitte, bisogna ricavarne sempre degli spunti per migliorare. Un Campionato è lungo e certamente non ci possiamo demoralizzare e gettare la spugna pur dopo un fastidioso quanto umiliante quattro a zero. Personalmente credo di avere una Rosa Giocatori all'altezza della Categoria. Ma l'importante lavoro degli allenatori dovrà servire per sterzare da subito e cambiare le cose che non funzionano. Qualcosa effettivamente nell'ultima partita non ha funzionato. Rispetto alle precedenti gare è mancato parecchio, forse troppo. Ma sono certo sia stata solo una esperienza da dimenticare, già domenica prossima. Nei primi dieci minuti le due formazioni si studiano e a noi non bastano due calci d'angolo per quantomeno impensierire difesa e portiere avversario. Dopo appena 11' dal calcio di inizio un errore in centrocampo concede agli avversari una azione in profondità che raggiunge la nostra porta, ma senza arrivare al goal. I padroni di casa sembrano più attivi e riescono a raggiungere di più e rapidamente la nostra area. Al 23' un avversario da centrocampo entra in area e il contatto con Rossi viene interpretato dall'Arbitro fallo diretto quindi calcio di rigore e ammonizione del nostro difensore. Il penality viene trasformato in rete. La totale assenza del nostro gioco rende agli avversari tutto più semplice. Certamente tutto il nostro reparto di centrocampo non entra mai concretamente in partita e la difficoltà del reparto offensivo è notevole. Anche gli esterni laterali non diventano mai una minaccia. Ciò nonostante al 30' Castrignano serve in profondità a Rodina una potenziale palla goal, ma Gianmarco conclude con tiro debole e neppure centra lo specchio della porta. Quattro minuti più tardi la Mappanese trova il raddoppio entrando in area con inspiegabile concessione dei nostri difensori che fanno poco per fermare le due punte in velocità. Sembra che non sia proprio la nostra domenica, al 34' Stropparo non riesce a calciare pienamente il pallone per allontanarlo dall'area e l'arbitro lo considera un appoggio per Sambero che blocca con le mani il pallone; punizione indiretta dal limite dell'area piccola, ma grazie alla super barriera, composta da tutti e dieci i nostri giocatori in campo oltre al portiere, non realizzano la terza rete. Il primo tempo termina sterile di nostre idee di gioco.
Pochi minuti dopo l'inizio del secondo tempo entrano Lai e Laera A. rispettivamente per Stropparo e Rossi. Si cambia modulo passando alla difesa a tre uomini composta dal fresco Lai, Cucchiara e Laudando. 
Nulla da fare, non si vede gioco e la Mappanese non smette di attaccare. Al 18' un giocatore avversario cerca la profondità e l'Arbitro non lo ferma considerato il netto fuorigioco. Sembra pericolo scampato grazie alla pronta uscita dall'area di Sambero che però liscia completamente con il piede il pallone e l'attaccante ne approfitta agganciando il pallone e raggiunge indisturbato la nostra porta per il terzo inevitabile goal. Come se non bastasse, al 28' l'Arbitro concede un dubbio calcio di punizione agli avversari da fuori area. L'esecutore trova il quarto goal calciando direttamente in porta mirando sotto l'incrocio del primo palo. Seppur Sambero ci ha abituati a importanti interventi, in questo caso non accenna al miracolo. Il finale prosegue con assenza di stimoli e nessuna azione si rivela pericolosa per i padroni di casa i quali sentono la vittoria in tasca. La domenica diventa ancora più negativa per l'uscita obbligata, a dieci minuti dal termine, per problemi fisici di Guadagno che abbandona il terreno di gioco in condizioni precarie preoccupando tutti i presenti. 
Sicuramente la cosa più importante è la condizione recuperata di Federico e che questi stia bene nonostante gli accertamenti medici per scongiurare qualsiasi problema e che presto possa tornare sul campo per continuare a contribuire per il nostro gruppo. Io ho ancora tanta fiducia per il futuro e spero vivamente sia così anche per tutti voi!
Il Pres 

Terza Giornata di Campionato 2012/2013

1 ottobre 2012
Storico Partite
 Real Boys us Fc Atletico Antonelli 0:0
 
Sambero 6,5 - Stropparo 6,5 (10'st Tosatto 6) - Lai 7 - Cucchiara 8 - Andriani 6,5 - Gorizia 7 (45'st Laudando 6,5) - Macaluso 6,5 - Guadagno 6 (15'st Laera A. 6,5) - Candrilli 6,5 - Castrignano 7 - Napoli 7. A disposizione Laera D., Rodina, Mainiero. Arbitro 2.

Sin dalla vigilia c'è la consapevolezza che non sarà una passeggiata. Il Real Boys si è sempre distinto, oltre al buon gioco, per carattere e tenacia in campo. Una trasferta difficile, forse la più impegnativa del Girone. Solo le prossime uscite fuori casa potranno smentirmi. A differenza delle prime due giornate sono diversi gli innesti tra i primi undici. L'Allenatore sfodera, così sembra dalla tribuna, un quattro.quattro.uno.uno con un neo binomio in attacco Castrignano/Candrilli pronto a dare spettacolo. In difesa torna, abilitato con fascia da Capitano in quanto Laera A. comincia dalla panchina, un "sempreverde" Cucchiara che a testa alta prende la guida dell'intero reparto difensivo. In centrocampo si nota l'avanzamento sulla fascia sinistra di un'altro acquisto della Stagione, ma che oramai ha preso confidenza sin dalla prima giornata con la nostra maglia, Enzo Napoli. Dal lato opposto è Macaluso a dover attuare una catena galoppante per diventare pericolosi sulla fascia destra grazie alla sua velocità. In mezzo ai due laterali, Gorizia e Guadagno; i due condottieri per fermare eventuali attacchi centrali degli avversari.
Calcio d'inizio e a fischiare è un Arbitro poco gradito. Si, lo dico e lo confermo pubblicamente. Questa faccia già nota, quando ci arbitra arriva prevenuto. Immancabilmente ci penalizza in modo scandaloso e scatena soltanto nervosismo in campo deleterio e drammatico per tutti i partecipanti. Il motivo, sarebbe curioso saperlo.
Al 12' il primo calcio di punizione concesso ai padroni di casa e l'esecutore prova direttamente in porta, ma Cucchiara cambia direzione al pallone colpendolo con la testa. Il gioco si fa duro e la partita di calcio si trasforma in un piccolo combattimento. Non mancano falli pericolosi e l'Arbitro non interviene mai con razionalità. Con il passare dei minuti il gioco diventa più equilibrato a differenza della prima frazione di giuoco in cui abbiamo sofferto un pochino ma senza mai rischiare troppo. Il nostro primo tentativo è al 25' con Castrignano che raggiunge il limite dell'area avversaria, ma poi il tiro è totalmente fuori dallo specchio della porta. Si ripete al 32' ma in questo caso su calcio di punizione, fuori. Fino al termine del primo tempo non sono poche le occasioni in cui gli avversari tentano di schiacciarci nella nostra metà campo, ma le nostre ripartenze impensieriscono anche loro. 
Il secondo tempo è decisamente più divertente del primo. Al 5' una azione bellissima e nel concluderla l'Arbitro fischia, su richiesta, un fuorigioco inesistente. Al 19' un Candrilli un po' nervoso viene espulso per doppia ammonizione, ma la prima (nel corso del primo tempo) era stata gratuita ed ingiusta. Il gioco è buono e verso il 30' siamo noi ad attaccare maggiormente nonostante la inferiorità numerica e possiamo anche descrivere un possesso palla con percentuale a nostro favore. Arrivasse il goal sarebbe meritato. Al 36' l'ennesima beffa della domenica. Il direttore di gara, che di direttore ha molto poco, non fischia un calcio di rigore evidentissimo per un fallo da ultimo uomo dell'estremo difensore avversario che esce dai pali a valanga e travolge con gamba alta e piede "a martello" addosso allo sfortunato Alessandro Laera entrato al 15' del secondo tempo al posto di Gaudagno. Un regolamento scritto, forse ignorato da alcuni, in questi casi, se applicato, determinerebbe un calcio di rigore a favore della squadra in attacco ed espulsione diretta del portiere. Oltre al danno anche la beffa, rappresentabile se il lettore potesse guardare lo stato fisico del braccio destro del Laera segnato dai tacchetti che caratterizzano simpatici quanto dolorosi segni identificativi del portiere. Al 43' un Macaluso sfortunato tira da fuori area e il portiere avversario ha la meglio deviando in calcio d'angolo il pallone diretto in porta. Verso il termine dell'incontro sono poche le azioni pericolose del Real Boys pur sempre gestite egregiamente da una difesa molto attenta. Al 45' Gorizia getta la spugna dopo aver subito un fallo nel primo tempo, ma dopo aver stretto i denti per oltre cinquanta minuti è ormai all'estremo. Doveroso descrivere l'ingresso al posto del Gorizia di Laudando. Quest'ultimo entrando in campo si trova attento e presente in due occasioni importantissime e potenzialmente pericolose evitando con esperienza e talento di subire eventualmente un goal. Ecco che in cinque minuti si può guadagnare ugualmente un voto più che sufficiente e questo è il modo in cui ogni giocatore che parte dalla panchina deve mostrarsi nei confronti di tutti, ma in primis degli allenatori che studiano ogni situazione nel dettaglio.
Al 50' per Macaluso c'è l'assist vincente, quella palla che può farti diventare l'Eroe della partita, ma troppa fretta nel tiro rende sprecata l'occasione con palla fuori, peccato. 
La partita finisce subito dopo e questo pareggio è importante. Da una prima analisi a caldo tutti possono sostenere che sarà una trasferta difficile per chiunque e averla superata con reti inviolate può essere certamente un buon risultato.
Il Pres

Collegamenti

Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy